Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
Condividi

street art15 dicembre 2016 - "Non me la racconti giusta" è il titolo di un progetto di arte pubblica  nato dalla collaborazione tra due artisti, Collettivo Fx e Nemo’s, il magazine di arte e cultura contemporanea Ziguline e Antonio Sena, fotografo e videomaker.  Attraverso un intervento artistico, la realizzazione di video-racconto e il coinvolgimento attivo di un gruppo di detenuti, il progetto si propone di riflettere e di far riflettere sulla dimensione “carcere” attraverso la street art.


Due le tappe: la Casa circondariale di Ariano Irpino e la Casa di reclusione di Sant’Angelo dei Lombardi. Per ognuna  Fx e Nemo’s hanno lavorato con gli stessi detenuti  a partire dall’ideazione fino alla realizzazione dell'opera murale. Un volto di Ulisse enorme, grande 20 metri per 5, campeggia nella casa circondariale di Ariano Irpino, mentre un Totò alato disegnato su una superficie di 30 metri per 5, nella casa di reclusione di San’Angelo dei Lombardi.

Joomla templates by a4joomla