Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Condividi

venezia6 settembre 2017 - Giovedì 7 settembre 2017 alle ore 10.30 Concita De Gregorio ed Esmeralda Calabria saranno nella Casa circondariale della Giudecca per incontrare le detenute. Le due registe sono ospiti della Mostra di Venezia con il film “Lievito madre – Le ragazze del secolo scorso”.


Per l’occasione dal 4 al 6 settembre all’interno dell’istituto penitenziario femminile di Giudecca  sono stati organizzati alcuni incontri con le donne detenute a cura di Michalis Traitsis per presentare l’opera letteraria di Concita De Gregorio (Malamore, Mi sa che fuori è primavera, Cosi è la vita) che in passato è stata utilizzata parzialmente come materiale di laboratorio per l’allestimento dello spettacolo “Cantica delle donne”.
Dal 2008 ogni anno Michalis Traitsis invita registi e attori ospiti della Mostra per un incontro con i detenuti e le detenute preceduto dalla presentazione dei film più rappresentativi degli artisti ospitati. Negli anni scorsi hanno visitato le carceri veneziane Abdellatif Kechiche, Fatih Akin, Mira Nair, Gianni Amelio, Antonio Albanese, Gabriele Salvatores, Ascanio Celestini, Fabio Cavalli, Emir Kusturica.
La collaborazione di Balamòs Teatro con gli Istituti Penitenziari di Venezia e la Mostra del Cinema ha come obiettivo quello di ampliare, intensificare e diffondere la cultura dentro e fuori gli Istituti Penitenziari ed è inserita all’interno di una rete di relazioni che comprende come partner il Coordinamento Nazionale di Teatro in Carcere, l’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro, il Teatro Stabile del Veneto, il Teatro Ca’ Foscari di Venezia, il Master sull’immigrazione dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, il Centro Teatro Universitario di Ferrara e la Regione Veneto.
Per il progetto teatrale “Passi Sospesi”, Michalis Traitsis ha ricevuto nell’Aprile del 2013 l’encomio da parte della Presidenza della Repubblica e nel Novembre del 2013 il Premio dell’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro.
L’incontro all’interno della Casa di Reclusione Femminile di Giudecca è riservato agli autorizzati.



Joomla templates by a4joomla