Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Cosa è cambiato a quattro anni dall’entrata in vigore del decreto che ha attuato il passaggio della medicina penitenziaria al Servizio sanitario nazionale
di Antonella Barone in collaborazione con Paola Montesanti*

L’inizio della riforma della medicina penitenziaria ha una data certa e lontana, il 30 novembre 1998, la stessa della legge n. 419 che stabilì il trasferimento dal Ministero della Giustizia al Servizio sanitario nazionale di tutte le funzioni sanitarie, dei rapporti di lavoro, delle risorse

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Diario di un’esperienza multiprofessionale per affidati in prova al servizio sociale effettuata di Laura Claps (esperto ex art. 80 e psicologa Mare Aperto) con il supporto degli assistenti sociali UEPE di Potenza e Matera
di Laura Claps

MARE APERTO, ovvero: “Migliorare le Attività di REinserimento degli Affidati PER Trasmettere Opportunità”.

Questo il titolo del progetto realizzato negli anni 2010 e 2011 presso gli UEPE di tutta Italia con l’intento di rinforzare il potenziale operativo degli Uffici locali, finalizzandone più direttamente

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Nel corso della storia repubblicana sono stati più di 30 i provvedimenti di indulto e oltre mille concessioni di grazia
di Daniele Autieri

Il sovraffollamento carcerario, le difficili condizioni di vita dei detenuti, gli esuberi consistenti registrati in quasi tutti i penitenziari italiani rispetto alle capacità di contenimento, oltre a un organico sottodimensionato di agenti della Polizia Penitenziaria, sono tutti fattori che hanno

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il carcere femminile della provincia afgana è stato realizzato dal Provincial Reconstruction Team italiano
di Luca Manzi

Alcune storie non si dimenticano. Come quella di Sabar, 28 anni, che racconta di essersi ubriacata una sera durante una festa a casa sua e di essere stata condannata a due anni di

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

L’Istituto Nazionale per le Sperimentazioni e il Perfezionamento al Tiro è un’eccellenza del Paese riconosciuta anche in ambito internazionale
di Silvia Baldassarre

Formare un Corpo altamente specializzato, come quello della Polizia Penitenziaria, significa non solo fornire competenze in materia giuridica e operativa, ma anche favorire l’acquisizione di abilità particolari nell’utilizzo delle armi, siano esse d’ordinanza o assegnate ad un particolare

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Intervista al direttore di “Panorama” Giorgio Mulè sui temi dell’attualità giudiziaria e sul ruolo dei media nel raccontare il mondo del carcere
di Daniele Autieri

Fare il giornalista in Sicilia significa intrecciare i chiaroscuri della cronaca con le grandi inchieste sulla mafia. Un’opera complessa in cui il carcere diviene necessariamente interlocutore

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Sono quasi 25mila i detenuti stranieri nelle carceri italiane, oltre il 30% del totale
di Roberto Nicastro

I detenuti stranieri,

LE NAZIONALITà PIù RAPPRESENTATE AL 29 FEBBRAIO 2012

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Monsignor Giorgio Caniato, dopo 14 anni, ha lasciato il posto di Ispettore generale dei cappellani penitenziari
a cura della Redazione

Dopo 56 anni trascorsi nei penitenziari italiani, come Cappellano prima e come Ispettore generale poi, monsignor Giorgio Caniato ha lasciato il suo posto alla veneranda età di 83 anni.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Intervista a Carolina Kostner, vincitrice della Medaglia d’Oro ai Mondiali di Nizza
di Raul Leoni

L’emozione e l’orgoglio di aver raggiunto un traguardo mai ottenuto prima da un pattinatore italiano: basta questo a qualificare come storico il titolo mondiale di Carolina Kostner a Nizza, un grande risultato per l’atleta, per l’Italia e per le Fiamme Azzurre. E l’appagante consapevolezza

Joomla templates by a4joomla