Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
Condividi

artestudioDal 29 ottobre al 12 dicembre  RASSEGNA DI TEATRO A RIGHE  A REGINA COELI. Il Festival Teatro a Righe,  realizzato da Artestudio con Roma Capitale, si svolge presso il carcere di Regina Coeli a Roma in via della Lungara 29 ed è la prima volta che il carcere ospita una rassegna teatrale, la  direzione artistica è di Riccardo Vannuccini.

Cosa hanno in comune il Cristo ligneo secentesco a San Luigi dei Francesi a Roma, e San Giuseppe e le prostitute del medioevo, i carmelitani e i buffoni del rinascimento, i galeotti  americani e Giuda e Picasso?  Vestono tutti un abito a righe, segno di una condizione marginale o comunque eccezionale all'interno della comunità. Partendo dalla rigatura delle vesti medievali che aveva la funzione di individuare le categorie degli esclusi - il buffone, l'eretico, il lebbroso, il saltimbanco – “il teatro a righe” vuole partecipare al senso e al funzionamento delle regole della nostra comunità, scambiando e mettendo in riga ad esempio, teatro e carcere e viceversa. Il progetto è una rassegna dedicata al teatro inteso come processo esperienziale realizzato da e per il cittadino debole e che però riguarda la salus di tutta la comunità. Una occasione per raccontare  il tema dell’ Altro e dell’incertezza umana al tempo della globalizzazione; ovvero un’ azione che intende mettere in prova e in scena un felice passaggio teatrale, dall’escluso all’incluso.
Gli spettacoli sono e realizzati direttamente dai detenuti di REGINA COELI, il gruppo DILLINGER, in collaborazione con compagnie professionali che lavorano da tempo negli istituti penitenziari, e da compagnie con esperienza specifica sul tema.
Oltre agli spettacoli sono in programma una mostra fotografica sull’attività teatrale a Regina Coeli e una rassegna video di teatro e carcere.
ArteStudio lavora in carcere col teatro da oltre vent’anni e da dieci realizza progetti a Regina Coeli.
INGRESSO LIBERO CONSENTITO – salvo disposizione contrarie - fino a esaurimento posti secondo accredito, ovvero inviare i propri dati (nome, cognome, data di nascita, residenza) a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro le date riportate per ogni spettacolo.
ARTESTUDIO invierà email di conferma per l’ingresso. AVVERTENZA: I posti al pubblico esterno sono assegnati in ordine di richiesta.
Disponibilità limitata per i primi quattro titoli. Presentarsi alla porta in via della Lungara entro e non oltre le ore 15.00. INFO 3381240457.

29 ottobre ORE 15.30 – SALA POLIVALENTE

ULISSES: Da JOYCE di CATERINA GALLONI con i detenuti della III Sezione. Un lunghissimo studio durato un anno ha portato i detenuti di regina coeli del gruppo DILLINGER e gli attori professionisti di RODEZ a questo risultato lavorando sull’ULISSE di Joyce. Il rapporto tra padre e figlio, tra realtà e fantasia sono i temi messi in campo da questo spettacolo. INGRESSO: INVIARE I DATI ENTRO IL 25 OTTOBRE

19 novembre ORE 15.30 – SALA POLIVALENTE

ROMEO E GIULIETTA: Da SHAKESPEARE di ALBA BARTOLI con la Biblioteca Elsa Morante di Ostia. A conclusione di un progetto svolto a Ostia, presso la biblioteca Elsa Morante, in collaborazione col Centro Anziani, un ROMEO E GIULIETTA tutto al femminile. INGRESSO: INVIARE I DATI ENTRO IL 5 NOVEMBRE

28 novembre ORE 15.30 - SALA POLIVALENTE

FAUST: Da MARLOWE di TIZIANA TIBERIO con i detenuti della IV sezione.In collaborazione con il gruppo DILLINGER dei detenuti di Regina Coeli.Lo spettacolo viene a conclusione di un laboratorio teatrale che è prima di tutto un segnale culturale costante di presenza per questi cittadini sospesi, in viaggio e in attesa del proprio destino. In questo senso FAUST è una PROVA APERTA,  uno stato spettacolare a vista, pubblico dunque, dei lavori in corso. INGRESSO: INVIARE I DATI ENTRO IL 15 NOVEMBRE

3 dicembre, ore 15.30 – SALA POLIVALENTE

ANGELICA E SERAFINA: Di CECILIA MUTI e ELISABETTA INGINO Da un’idea di Elisabetta Ingino. Costruzione, Ideazione marionetta Elisabetta Ingino in collaborazione con Taller Pepe Otal di Barcellona e Sergio Barrios di Baco Torino. Costume di Cecilia Muti creato da Francesca Traverso Testi poetici di R. M. Rilke. Due nature differenti ma simili, dove, un ricordo lontano, forse un sogno  alimenta le loro azioni. INGRESSO: INVIARE I DATI ENTRO IL 25 NOVEMBRE

12 dicembre Ore 15.30 – LA ROTONDA

LE SIMPLEGADI: Da Kleist e Ligeti A cura di RICCARDO VANNUCCINI. LE SIMPLEGADI rappresentano un passaggio scenico fra le rocce cozzanti. Liberamente tratto da Kleist e Bachmann, lo spettacolo è un ritratto musicale di Pentesilea; la foresta notturna delle donne accerchiate all’alba dalla guerra di Achille. INGRESSO: INVIARE I DATI ENTRO IL 5 DICEMBRE

Dal 29 ottobre al 12 dicembre: - SALA BIBLIOTECA

MOSTRA FOTO / RASSEGNA VIDEO Il teatro dei detenuti a Roma nelle foto di 5 fotografi e nei video di 3 videomaker. A cura di DANIELE CAPPELLI.

 Ingresso consentito in occasione degli spettacoli.

 

Joomla templates by a4joomla